Skip to content

Scopri Caltagirone
con Tour In Sicily

Non solo la celebre "Scalinata di Santa Maria del Monte"

Famosa per le sue ceramiche, Caltagirone è una cittadina dell’entroterra dalla storia antica e affascinante. Una delle principali attrattive è la scalinata di 142 gradini decorata con magnifiche piastrelle variopinte di maiolica locale.
Caltagirone è perfetta da visitare tramite tour organizzati di un giorno.

Il nostro Itinerario

Ti portiamo alla scoperta delle bellezze nascoste di questa incredibile città patrimonio dell’UNESCO, con i suoi edifici storici, la sua ceramica e i laboratori artigiani.

Visita "Casa del miele" (Con degustazione e dimostrazione)
Presente nel territorio Calatino dal 1980, si occupa principalmente d’allevamento d’api e di produzione di miele, prodotto in gran parte nella macchia mediterranea della riserva naturalistica del Bosco di Santo Pietro sita a circa 20Km dalla città. L’azienda è situata in zona periferica della città di Caltagirone, conosciuta sin dalla notte dei tempi per le sue raffinate ceramiche d’arte, riconosciuta dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.
1
Scalinata di Santa Maria del Monte
Costruita nel 1606, la Scalinata di Santa Maria del Monte collega la parte antica di Caltagirone a quella nuova, costruita nella parte alta. La scalinata, lunga oltre 130 metri, era stata originariamente costruita a sbalzi. Nel 1844 vennero unificate le varie rampe, dando così vita ai centoquarantadue gradini decorati con mattonelle di ceramica.
2
Piazza Umberto I e i suoi edifici
Sulla Piazza Umberto I s'affacciano bellissimi ed importanti edifici civili, che vale la pena anche solo vedere dall'esterno. Il primo tra questi è il Monte delle Prestanze, oggi sede del Banco di Sicilia, caratterizzato da esili colonne che decorano il piano inferiore; il Palazzo Crescimanno d'Albafiorita, sontuosa dimora settecentesca ricca di opere d'arte; il Palazzo Libertini di San Marco, antica sede vescovile, oggi adibito a direzione dei musei civici.
3
La loggia (punto ristoro)
A metà percorso ci fermeremo in questa bellissima location storica per goderci un pranzo immersi nell'arte e nella cultura
4
Carcere Borbonico
Fu costruito, tra il 1782 e il 1798, dall'architetto siracusano Natale Bonaiuto, nel luogo in cui sorgevano le officine dei ceramisti ai quali venne assegnato in cambio, per la costruzione delle nuove officine, un terreno a S. Orsola. La necessità di costruire questo nuovo edificio carcerario si presentò in seguito al terremoto dell' 11 gennaio 1693 che distrusse completamente il vecchio castello arabo-normanno, parzialmente adibito a carcere. Si tratta di un edificio severo a pianta quadrata, di grande mole, molto compatto e tuttavia elegante, perchè alleggerito dall' inserimento dell'ordine gigante ,posto su basamento bugnato, e dalle volute delle finestre che, con il loro chiaroscuro, disegnano e scandiscono il ritmo della facciata. Questa è coronata da un cornicione con, al centro, lo stemma della città.
5
Cattedrale di San Giuliano
La chiesa di San Giuliano risale all'epoca normanna, ed è uno degli esemlplari meglio conservati, anche se ha subito numerosi rimaneggiamenti durante i secoli, a causa dei danni dovuti ai terremoti. L'interno è costitutito da tre navate, separate da un colonnato, con archi abbelliti da splendidi affreschi. Il 12 settembre 1816 papa Pio VII, tramite la bolla pontificia Romanus Pontifex, diede vita alla diocesi di Caltagirone ed elevò la chiesa di San Giuliano a cattedrale.
6
Ponte di San Francesco
Decorato con bellissime ceramiche in rilievo, costruito nel 1626 da Orazio Torriani per collegare due delle tre colline su cui sorge la città fu ultimato nel 1665 dall’architetto Bonaventura Certò da Messina. Poggia le sue fondamenta nelle sottostanti vie Infermeria e Porta Veneto, presenta 5 arcate di cui una sola aperta.
7
Museo della ceramica
All'interno del Museo della ceramica di Caltagirone sono raccolti circa 2.500 reperti di ceramiche realizzati in Sicilia a partire dal IV millennio a.C. fino all'età contemporanea. Secondo soltanto al Museo di Faenza, il complesso può essere definito "un museo nel museo" in quanto, l'esposizione è ospitata in un edificio anni 50 in stile liberty, con all'ingresso due imponenti scalinate di enorme fascino.
8
Chiesa Maria SS. del Monte
Sorge nella parte più antica della città, ed è stata più volte danneggiata e riedifica. Situata in cima all'omonima scalinata, presenta la volta della navata decorata con affreschi raffiguranti eroine bibliche. In essa è inoltre custodita la Sacra Immagine della Madonna di Conadomini, cara ai cittadini, che esprimono la loro devozione nel mese di maggio interamente dedicato al culto di Maria.
9
Museo dei presepi e il dei lego (su richiesta)
Il museo dei presepi nacque nel 1998 grazie all'Associazione " Amici del favo " e comprende piu di 2.500 pezzi raccolti da tutto il mondo tra cui piu di 500 dal sud america e racchiusi in un unico locale. Suggestivi i presepi come quello del pane o di pasta, in ricordo della cultura siciliana:
10
Visita presso un laboratorio di ceramica (Con dimostrazione)
Tra i tantissimi artigiani che nelle loro botteghe lavorano e creano la meravigliosa ceramica di Caltagirone, avremo l'opportunità di poter avere una dimostrazione di come viene lavorata l'argilla per poi diventare un'opera d'arte.
11
Villa Comunale e giardino pubblico
Il giardino è costruito su modello dei parchi inglesi, ed è caratterizzato dall'ingresso in stile liberty, e da un lungo viale interno, dove si possono ammirare vasi in terracotta, maioliche e terrecotte ornamentali. Nel piazzale centrale è pesente un palco musicale in stile moresco, mentre nella parte inferiore si può ammirare una delle vasche della Fontana della Flora dello scultore ed architetto fiorentino Camillo Camilliani.
12